ATeCS | Manifestazioni | Territorio | Tradizioni | Storia e Archeologia | Itinerari | Servizi | Immagini | Download | Google:   | Home








S'ARCHITTU: IL MONUMENTO NATURALE

S’Archittu (ossia il piccolo arco) uno dei 24 monumenti naturali istituiti e tutelati dalla Regione Sardegna ai sensi della L.R. n. 31/89. L’arco, alto circa 15 metri, stato scavato nella bianca roccia calcaree dall’azione del mare e del vento: ci che resta di un’antica grotta marina successivamente forata dalla violenza delle onde durante il maestrale.



L’arco ed un’area di rispetto sono tutelati dalla Regione (Provvedimento istitutivo: Decreto Assessorato Difesa Ambiente n. 703 del 29.04.93).

Con il Piano Paesaggistico Regionale del 2006, i monumenti naturali ai sensi della legge 31 sono tutelati non solo in quanto beni fisici particolari, ma in quanto beni paesaggistici, ossia se ne deve preservare anche il contesto paesaggistico e panoramico.

L’Arco facilmente raggiungibile dal lungomare della borgata di S’Archittu con una breve passeggiata selciata.

Durante la mareggiate facile rendersi conto della potenza erosiva delle onde: la penisoletta dell’arco ed i vicini isolotti sono travolti.


Poco pi a nord, alla grotta del “genovese” si pu osservare l’ingresso del treno di onde nel canale ed il successivo “sparo” della colonna d’acqua e quindi immaginare il lavoro compiuto per traforare l’arco.


Le rocce dell’arco hanno 10-15 milioni di anni (Miocene medio) e sono ricche di fossili (Echinidi, Lamellibranchi e Gasteropodi).

L’Arco inserito in un contesto paesaggistico veramente pregevole; oltre alla penisoletta traforata, vi sono isolotti e grotte le cui forme arrotondate dall’antico lavoro del mare costituiscono una vista veramente rilassante.

La piccola baia a fronte dell'arco costituisce una meta di forte suggestione per i surfisti, quando soffia il maestrale.

Spiaggia e baia dell'arco

Verso sud, oltre l’altra bianca roccia arrotondata con la Torre e la lunga spiaggia di Is Arenas con l’estesa pineta: lo sguardo giunge fino a Capo Mannu, che chiude l’orizzonte.

Alle spalle dell’arco ed in direzione nord, l’ambiente caratterizzato verso il mare sempre dalla scogliera a cui seguono, verso l’interno, la bassa gariga ad elicriso e quindi la macchia mediterranea con ginestra, lentischio, euforbia arborea, caprifoglio, ruta, asparago. Non mancano i fiori, particolarmente a primavera ed inizio estate: giglio stella (pancrazio illirico), elicriso (abbondantissimo con le sue gialle fioriture ed il profumo di liquirizia), muscari (cipollaccio), cardi, orchidee selvatiche, giglio dei poveretti.


elicriso
giglio stella

Nella cartella “ITINERARI” potete trovare la descrizione del percorso lungo la costa che unisce le emergenze paesaggistiche che affiancano le borgate marine di Cuglieri: le falesie di Santa Caterina, il promontorio di S’Archittu, la “balena, ossia il promontorio su cui sorge la Torre del Pozzo, la spiaggia e la pineta di Is Arenas.

Per un approfondimento sul contesto naturalistico si rimanda al volume “ I monumenti naturali della Sardegna - Barroccu Giovanni - Gentileschi Maria Luisa - Carlo Delfino Editore – 1996” scaricabile dal sito sardegnaambiente.it. (per il capitolo relativo a S’Archittu: http://www.sardegnaambiente.it/documenti/3_66_20060614172707.pdf)


Per comunicazioni ed informazioni ci si pu rivolgere ai seguenti indirizzi:

atecsarchittu@tiscali.it
Associazione Turistica Culturale S'Archittu
via Lungomare - loc. S'Archittu - 09073 Cuglieri (ORISTANO)