ATeCS | Manifestazioni | Territorio | Tradizioni | Storia e Archeologia | Itinerari | Servizi | Immagini | Download | Google:   | Home









Feste

Le feste religiose e le sagre nel nostro territorio, come in tutta la Sardegna, sono numerose; impossibile quindi parlare di tutti gli eventi della tradizione a cui si aggiungono molte manifestazioni nei periodi di maggiore presenza turistica.

Un Calendario Manifestazioni, aggiornato mensilmente, è disponibile sul sito istituzionale della Provincia di Oristano al canale tematico Turismo ed eventi.

Noi ci limitiamo ad alcune feste rappresentative della realtà locale.

Il carnevale nell'Oristanese

Sa Sartiglia

Sa Sartiglia di Oristano è una delle manifestazioni storiche più antiche e conosciute, si svolge l’ultima domenica di Carnevale ed il martedì successivo.

La Sartiglia si compone di due gare di abilità: la corsa alla stella, in cui i cavalieri al gran galoppo cercano di cogliere con la spada il bersaglio costituito da una stella e la corsa delle pariglie, in cui gruppi di tre cavalieri compiono il passaggio con i cavalli appaiati guidati dai cavalieri laterali mentre il cavaliere centrale si esibisce in spettacolari evoluzioni.

In realtà la manifestazione è più complessa con fasi tradizionali molto seguite dalla popolazione, quali la vestizione di su Componodori (che ha il compito di guidare le corse), il corteo dei cavalieri accompagnati dal gremio dei Contadini la domenica e dei Falegnami il martedì, come anche “sa Remada”, l'esibizione di su Componidori che chiude la corsa alla stella riverso sul cavallo, affrontando a gran galoppo il percorso salutando e benedicendo il gremio e tutti i presenti, o ancora le sfilate dei cavalieri in costume che precedono lo svolgimento delle pariglie.


Santu Lussurgiu: Sa Carrela 'e nanti

Il carnevale di Santu Lussurgiu è sinonimo di Sa Carrela 'e nanti (la strada davanti) una delle corse a cavallo più spericolate che si svolgono in Sardegna. I cavalieri, divisi in gruppi di due o tre, si lanciano lungo una strada sterrata situata nel centro storico del paese. Curve e strettoie segnano il percorso, dando alla corsa una spettacolarità unica ed emozionante.

Il pubblico, sempre numerosissimo, rimane stipato ai lati del percorso: chi assiste alla manifestazione non può non trattenere il fiato al passaggio dei cavalieri che, dandosi il braccio a vicenda, devono cercare di mantenere un buon assetto durante tutto il percorso.

Seneghe: Carnevale seneghese

Il ballo in piazza che si svolge dal 20 gennaio al martedì grasso rappresenta uno dei momenti più significativi dell’espressione culturale e sociale del paese, un momento attraverso il quale ognuno esprime se stesso e nel contempo la propria appartenenza ad una storia e ad una comunità.

Quando inizia la musica nella Pratza de sos ballos gli uomini, disposti a semicerchio, si prendendono sotto braccio, le donne si dispongono dietro i ballerini e toccando la loro spalla li invitano a lasciare il gruppo iniziale per disporsi assieme nella piazza. Pian piano tutte le coppie si distaccano dal gruppo originario e procedono con grande compostezza nel loro ballo insieme


La Settimana Santa nei paesi del Montiferru

Le celebrazioni della Settimana Santa in Sardegna traggono la loro origine principalmente dai riti tradizionali portati nell'isola dalla cultura spagnola e risalenti al 1600, a cui si sovrappongono elementi di più antiche tradizioni locali.

Nei paesi del Montiferru i riti della settimana, organizzati dalle Confraternite, sono particolarmente sentiti e partecipati dalla popolazione.

Fra questi hanno particolare rilievo i riti de S’Incravamentu (la crocifissione) e de S’Iscravamentu (la deposizione). Le rappresentazioni e le processioni tra le varie chiese sono accompagnate dai cori tradizionali.

La Domenica di Pasqua si celebra il rito de S'Incontru che rievoca il primo incontro di Cristo Risorto con la Madonna.





Celebrazioni della Settimana Santa a Cuglieri, Scano di Montiferro, Santu Lussurgiu; foto dal sito regionale sardegnacultura



Santa Caterina di Pittinuri: festa della Santa

La festa di Santa Caterina di Alessandria si celebra nella seconda domenica di Maggio.

Il sabato sera, a Cuglieri, la statua della Santa viene posta su un carro addobbato di fiori che, il giorno seguente, verrà trainato dai buoi fino a Santa Caterina di Pittinuri.

La statua viene accompagnata da cavalieri, da una banda e da fedeli che all'arrivo nella borgata partecipano alla messa in onore della Santa. Il giorno seguente il simulacro viene riportato a Cuglieri. Si tengono inoltre i festeggiamenti civili, in parte nella piazza Centro Servizi, dove si esibiscono i migliori cantanti isolani, mentre i più giovani si recano al luna-park che viene allestito nei pressi della piazza.




Cuglieri: Santa Maria della Neve, festa della Patrona.

I festeggiamenti si celebrano nei giorni 5 e 7 agosto. Con una lunga processione la statua della Madonna, sopra un carro trainato da una coppia di buoi, raggiunge la località montana chiamata "La Madonnina" nella quale si trova la cappella ad Essa dedicata.

Bonarcado: Festa di Nostra Signora di Bonacattu

Il 18 e il 19 settembre a Bonarcado hanno luogo i festeggiamenti in onore della Madonna. Si tratta di una festa religiosa e civile che richiama ogni anno un notevole numero di fedeli. Punto focale della festa è rappresentato dalla processione religiosa durante la quale viene portato lungo le strette vie del centro storico il simulacro della Madonna. Seguono i festeggiamenti civili, con varie manifestazioni.

Narbolia; festa della patrona Santa Reparata.

L'8 ottobre si svolge la festa patronale in onore di Santa Reparata; il giorno 7 si inizia con l’accensione del falò in piazza, il giorno dopo, di mattina, si svolge la Santa Messa con la Processione. Per l’occasione le donne e gli uomini che ne dispongono si vestono con i costumi del paese, mentre si assiste alla sfilata dei cavalieri che accompagnano la Santa per le vie del paese.


 




Per comunicazioni ed informazioni ci si può rivolgere ai seguenti indirizzi:

atecsarchittu@tiscali.it
Associazione Turistica Culturale S'Archittu
via Lungomare - loc. S'Archittu - 09073 Cuglieri (ORISTANO)