ATeCS | Manifestazioni | Territorio | Tradizioni | Storia e Archeologia | Itinerari | Servizi | Immagini | Download | Google:   | Home









5. ANELLO DELLE CIME DEL MONTIFERRU: DA ELIGHES UTTIOSOS A BADDE URBARA ( download PDF)

Abbiamo pensato ad un percorso circolare che permetta una conoscenza delle aree più elevate del complesso vulcanico e che possa essere utilizzato con differenti approcci: come passeggiata in quota una volta raggiunte in auto le aree di sosta, o come parte di un percorso di trekking dal mare al monte in abbinamento ai percorsi già descritti in precedenza.

I punti di accesso in auto sono:

  • Nuraghe Ruju (segnap L), raggiungibile in auto da Seneghe;

  • Cancello di accesso ad Elighes Uttiosos con strada proveniente da Santu Lussurgiu che si imbocca dalla strada Bonarcado Santu Lussurgiu all’altezza della valle di Sos Molinos (cartello indicatore: agricampeggio Elighes Uttiosos); per arrivare al cancello (M) si percorrono 6,6 km di strada parzialmente asfaltata;

  • Stazione Rai di Badde Urbara (segnap. Q), raggiungibile dalla strada Cuglieri-Santu Lussurgiu, 9,2 km da Cuglieri.

L'interesse di questo itinerario è dato dai panorami sia verso il mare che verso l'interno, dalla vegetazione, ma soprattutto dalle formazioni rocciose che il vulcano prima e l'erosione di acqua e vento poi hanno prodotto.


Punto di partenza di questo anello attorno alle cime, il cancello di accesso alla fonte Elighes Uttiosos (segnap. M, quota 880 metri), raggiungibile con sentiero di 2,5 km per chi viene da Nuraghe Ruju.

Dal cancello si segue la strada forestale che porta alla fonte in 1,5 km; dopo 600 metri troviamo il bivio N e si prosegue sul ramo di sinistra, si supera la vasca antincendio e su sentiero si prosegue fino alla fonte. 


Ritornati all’altezza della vasca antincendio, si prende la sterrata sulla sinistra che si segue in direzione sud-est abbandonandola dopo 200 metri per salire sulla sinistra lungo il fianco sud-ovest del Monte Urtigu, la cima più elevata del Montiferru (1050 m). Per raggiungerla, si devia sulla destra dopo 550 m seguendo per altri 450 m la strada di servizio per l'evidente antenna che si trova quasi sulla cima.

Dall'antenna si può raggiungere la cima percorrendo con attenzione una traccia tra la fitta vegetazione in direzione O-NO per 200 m, fino algrande segnale trigonometrico posto dal Della Marmora da oltre un secolo e mezzo (localmente noto come "Su Mullone").




Ritornati all'inizio della strada per l'antenna si riprende la sterrata precedente per un centinaio di m fino a un bivio: la sterrata sulla destra si avvicina al Monte Entu, seconda cima del Montiferru, l’inconfondibile cono vulcanico che possiamo notare fin dalle spiagge di S'Archittu e Santa Caterina; la sua risalita è riservata a persone esperte.



Il nostro giro prosegue invece con la sterrata di sinistra che scende aggirando il M. Entu prima sul versante sud e, dopo un tornante, sul versante occidentale del monte. Si prosegue lungo  la evidente sterrata che ha sulla destra la dorsale rocciosa del Montiferru e sulla sinistra le vallate che scendono verso il mare. I panorami si susseguono: Capo Mannu, la valle di S. Marco con Rocca Freari, Cuglieri e Casteddu Etzu.

In primo piano Punta Sa Chidonza.


Percorsi 3,5 km dal bivio per la cima dell’Urtigu, ormai sul versante orientale della dorsale, si arriva a un bivio (segnap. P, quota 980) da cui, proseguendo per 1,5 km è possibile arrivare alla stazione RAI di Badde Urbara (segnap. Q).

Si prende invece la sterrata sulla destra. Il vallone verso Santu Lussurgiu è veramente impressionante, con le rocce frastagliate: Sos Segados.



Può capitare di camminare su cumuli di pietre che rimandano ad ogni passo un suono. Sono le Perdas Sonadoras, ovvero fonolite, pietra di origine vulcanica che anche nel nome italiano significa pietra che suona.

Il panorama è vastissimo verso l'interno della Sardegna, sempre dominato dalla formazioni rocciose: dietro il Monte Comida si intravvede Santu Lussurgiu. 



In leggera discesa si percorrono 2,5 km fino ad un incrocio; da qui in mezzo Km si può ritornare verso la fonte con la sterrata sulla destra. Si può invece proseguire per 50 m verso il cono di Monte Pertusu.


La strada di destra riporta al bivio N e quindi al cancello già usato in entrata. La strada sulla sinistra porta ad un altro cancello sempre sulla strada proveniente da "Sos Molinos"; in questo caso la si imbocca sulla destra e in 700 m si ritorna alpunto di partenza.

L’intero percorso è di circa 10 km.


Traccia dell'itinerario scaricabile da Wikiloc all'indirizzo:

http://it.wikiloc.com/wikiloc/view.do?id=2617168





Per comunicazioni ed informazioni ci si può rivolgere ai seguenti indirizzi:

atecsarchittu@tiscali.it
Associazione Turistica Culturale S'Archittu
via Lungomare - loc. S'Archittu - 09073 Cuglieri (ORISTANO)